consiglidiviaggio

Visto per l'India: cosa serve e cosa fare per ottenerlo

2:42 PM

Eccoci con il primo post dell'anno, e proprio come dicevo nel mio ciao al 2015 con annessi buoni propositi, eccomi a darvi per una volta informazioni più dettagliate, sui miei viaggi e sulle mie esperienze. Vi parlo infatti della mia esperienza personale per quanto riguarda l'ottenimento del Visto per l'India. 

L'india è un paese che ti lascia senza parole, una meta che consiglio a tutti da vedere almeno una volta nella vita. Ci sono stata l'anno scorso, in particolare nel Kerala, come partecipante del blog tour internazionale #KeralaBlogExpress, insieme ad altri 30 travel blogger provenienti da tutto il mondo. Se siete blogger non perdete occasione di partecipare alle prossime edizioni! 

La questione del visto però, è un pochino complicata, dato che bisogna esserne in possesso prima di giungere alla vostra meta, e deve essere presente necessariamente sul vostro passaporto. 
Come fare quindi?

Per ottenere il visto turistico ecco cosa serve:
  • Passaporto con validità 6 mesi, firmato con 3 pagine vuote consecutive. Se si è in possesso di un passaporto vecchio si deve allegarlo alla documentazione oppure si deve presentare una dichiarazione in inglese in cui si spiega se si tratta di un primo passaporto o se quello precedente è stato ritirato dalla Questura + fotocopia
  • Piano dei voli 
  • A discrezione del Consolato potrebbe essere richiesto un estratto conto bancario recente
  • 2 foto recenti 5x5 (tipo passaporto) con fondo obbligatoriamente bianco latte
  • Modulo scritto in inglese da compilare sul sitowww.indianvisaonline.gov.in/visa caricando anche la foto, e compilando tutti i campi obbligatori e non, soprattutto la voce "designation rank". La richiesta deve essere inoltrata per un visto multiplo per 6 mesi
  • Gli studenti e le casalinghe devono allegare una dichiarazione da parte di un familiare (marito o padre) che attesta che si assumerà le spese del viaggio, di vitto, alloggio e rimpatrio.
Il tutto va inviato all'ambasciata o consolato a seconda della città che preferite, ve ne sono a Milano, Roma o Napoli. Conviene quindi contattare precedentemente questi uffici prima di inviare il materiale necessario, proprio perché come vi ho indicato alcune cose possono essere a discrezione del consolato stesso. Potete vedere gli indirizzi e i recapiti qui

Personalmente, dato che la procedura prevede l'invio del passaporto, io mi sono affidata alla mia agenzia di viaggio di fiducia, che tramite corriere mi ha fatto ottenere il visto in sole 2 settimane. 

Vi consiglio di prestare molta attenzione nella compilazione, e di inviare fototessere della stessa tipologia di quelle del passaporto, quindi con le orecchie visibili, e senza espressioni facciali. 

Ricordo l'ansia in attesa del passaporto qualche giorno prima della partenza, ma è tutto nella norma... l'India vi sorprenderà! :)


Spero di esservi stata utile, alla prossima!

Altri post che vi possono interessare sull'India:


Barbara



nota bene: questo articolo non rappresenta una guida univoca per la richiesta del visto per l'India, ma si basa unicamente sulla mia esperienza personale. 

You Might Also Like

0 commenti