genova

Da Genova a Portofino... Santa Margherita Ligure!

7:06 PM

Prendete una stazione poco affollata, con un fascino d’altri tempi, aggiungeteci un panorama mozzafiato, un profumo di fiori e un’aria frizzante; il risultato è un’autentica cartolina tutta italiana: Santa Margherita Ligure, Genova.



A soli 40 minuti da Genova, il comune è punto di passaggio ogni anno di numerosissimi turisti, diretti verso il borgo più famoso dello stesso Mare: Portofino. Ma oltre ad essere una città di passaggio, Santa Margherita Ligure offre al turista più esigente un’opportunità di vacanza ricercata e sfiziosa. Città natia di personalità forti come Rudy Zerbi, oggetto di opere di Nietzsche e Petrarca, la città si adatta perfettamente nel paradisiaco Parco Naturale Regionale di Portofino, ed è nota anche per i “gamberoni rossi” di Santa Margherita, apprezzati soprattutto dal turismo enogastronomico.

Dopo numerosi scalini che collegano la stazione al centro cittadino, sembra d’esser trasportati in un’altra epoca, con poche auto e giardini eleganti.  Con quasi 10 000 abitanti, il comune appare allegro e curatissimo, tanto che non è difficile vedere operatori che innaffiano le numerose fioriere sulla litoranea pedonale. Il turista che giunge da Genova è perfettamente accolto nel centro cittadino grazie al centralissimo punto informazioni, circondato da due vistosi monumenti dedicati a Garibaldi e Umberto I. Numerose, sono anche le chiese e architetture religiose, alcune anche precedenti al diciassettesimo secolo. Ma ciò che rende unico il tour in questa piccola grande città, sono i numerosi lidi/bar della riviera, che permettono di apprezzare interamente il panorama miscelando il blu del mare con il nero delle rocce, il tutto rallegrato dai numerosi palazzi a tinte forti.

Mentre si gusta un gelato di qualità o un fresco aperitivo vicino al bagno asciuga, il turista organizzato noterà che il Comune offre numerose possibilità per raggiungere la rinomata Portofino. Dal breve traghetto a pochi euro ai piccoli bus, che grazie agli ampi finestrini permettono di apprezzare la cittadina anche da lontano. Per i più temerari invece, c’è il percorso più “antico”, la “camminata” che per circa 5 chilometri costeggia la litoranea, seguendo attraverso i tornanti e il profumo di mare, l’antica via.
Lungo la strada si apprezzano imponenti ville, ristoranti e anche l’antico castello di Paraggi, ad oggi di proprietà privata. Il percorso continua, e anche verso il mare, il comune denominatore è sempre lo stesso: in serie, mega yacht, alternati a barche a vela alte come palazzine.

Eppure guardandosi attorno, c’è una ricchezza ancor più abbondante, ancor più ostentata, ancor più varia. L’unica senza la quale tutto il resto presente non avrebbe valore: La Natura del paesaggio.
 







Barbara Rotella

You Might Also Like

0 commenti